some image


ORDINANZA PER L'INSTALLAZIONE DEI SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA NEI LUOGHI DI LAVORO

some image

Presso la DTL Direzione Territoriale del lavoro di Messina è stato sottoscritto nel mese di Dicembre 2014 il Protocollo di intesa sulla installazione dei sistemi di videosorveglianza nei luoghi di lavoro. Alla sottoscrizione dell’atto sono intervenuti l’Ing.Venerando Lo Conti direttore DTL Messina, Giovanni Calabrò presidente CONFESERCENTI PROVINCIALE Messina, Pancrazio Di Leo segretario generale Fisascat CISL, Carmelo Garufi segretario generale Filcams CGIL , Eliseo Gullotti segretario generale Uiltucs UIL Messina. Le finalità dell’accordo sono quelle di accrescere il livello di prevenzione, tutela e sicurezza di numerosi esercizi commerciali e di servizi che nel corso degli ultimi anni sono divenuti attività a forte rischio rapina e di fenomeni criminosi. In allegato sono a disposizione delle aziende interessate sia il testo integrale del Protocollo sia i due modelli previsti per l’istanza di richiesta al DTL ed all’EBT di Messina per l’installazione di impianti di videosorveglianza.

-Protocollo di intesa videosorveglianza

-Modello Istanza da inoltrare DTL Messina

-Modello Istanza da inoltrare EBT Messina

Vi diciamo come lo fanno i prigionieri...

some image

E' stato realizzato un sondaggio unico nel suo genere tra detenuti condannati per furto con scasso. Sono stati rilevati quali sistemi di sicurezza sono secondo loro migliori, cosa li attira nelle case e quali sono gli errori che la gente commette più spesso.

In generale l’errore più frequente che, secondo i malviventi, la gente commetterebbe è quello di non proteggere adeguatamente le finestre. Ben tre quarti degli intervistati considerano le finestre la via d’accesso più comoda all'interno dell'abitazione. La seconda via d’accesso preferita sarebbe rappresentata dagli scantinati. Al contrario la porta d’ingresso è in genere un duro ostacolo per i ladri e neanche il tetto costituisce un facile passaggio per entrare in casa.

Attraverso quale via i ladri riescono ad entrare più facilmente nell’edificio?
1. Finestre (84%)
2. Scantinato (74%)
3. Garage (73%)

“Miriamo continuamente a migliorare i nostri prodotti e servizi, al fine di evitare danni al patrimonio dei nostri clienti. Siamo produttori di sistemi di allarme e gestori del maggiore Istituto di Vigilanza della Repubblica Ceca; è per questo che ci interessa soprattutto il punto di vista di quella categoria contro cui sono rivolti i nostri prodotti”, sostiene Dalibor Dědek, proprietario della Jablotron. Dal sondaggio deriva che, tra i comuni sistemi di sicurezza, a rappresentare i principali ostacoli per i ladri sono gli allarmi (70%), le porte di sicurezza tipo NEXT (69%) e i vetri di sicurezza (63%). Più della metà dei detenuti intervistati afferma che non si fermerebbe affatto davanti ad iscrizioni del tipo “Edificio collegato a sistema di sicurezza centralizzato”, mentre sempre lo stesso numero di intervistati ammette di riconsiderare il malefatto qualora si accorgano della presenza di un cane da guardia. L’80% degli intervistati sostiene che eventuali vicini nelle case affianco non rappresentano affatto un ostacolo; e infine i 2/3 degli intervistati continuerebbero a rubare anche mentre suona l’allarme.

Di cosa il ladro non ha paura?
1. Vicini nelle case adiacenti (80%)
2. Tapparelle da esterni (75%)
3. Fogli o pellicole sulle finestre (71%)

Qual è il momento migliore per rubare? Il 52% degli intervistati afferma che il momento migliore per entrare in una casa sono le ore notturne. Al contrario, per i condomini, il 74% degli intervistati ritiene che sia più opportuno agire di giorno. Dato significativo rilevato è che il 40% circa dei ladri preferisce situazioni in cui nell’edificio vi sia qualcuno a dormire. E quali sono i criteri di scelta in base ai quali i criminali decidono dove rubare? Il più delle volte, secondo quanto rilevato dalla Jablotron, i ladri si muovono in base ai "consigli" di conoscenti. Ovviamente sono attirati anche da segnali di assenza prolungata degli inquilini dall’abitazione, come cassetta della posta piena oppure finestre sempre chiuse e luci sempre spente. Non si consiglia assolutamente di mettere in mostra oggetti di valore e neppure vantarsi troppo di possederli (per esempio su Facebook). Oggigiorno circa un decimo dei ladri utilizza i social network come strumento di raccolta informazioni per la preparazione di furti.

Modalità di scelta dell’abitazione bersaglio:
1. Raccomandazioni di conoscenti
2. Cassetta della posta piena
3. Monitoraggio delle abitudini degli abitanti della casa/inquilini dell’appartamento





SecurityTechnology Videosorveglianza Messina (Sicilia)

Security Technology s.r.l.

Azienda Certificata ISO 9001

Tel: +39 090.66.96.11 -- Fax: +39 090.94.32.070
Mail: info@securitytechnology.it | Pec: securitytechnology@pec.it
Via Spadafora 32 (Camaro Sup.) - Italy - 98151 Messina
P.IVA 03153990837 | © Copyright 2015